Dolci tipici di Pisa

Le prelibatezze degli Hotel Ristoranti di Pisa

Una cucina antica che molti ristoranti del centro di Pisa continuano a fare

I dolci tipici non mancano affatto nella cucina pisana,  infatti offre numerose prelibatezze, per Io più legate alle stagioni o a eventi particolari. Cosi la schiacciata con I’uva è una sorta di pane ripieno di un’uva che si mangiava solo nel periodo della vendemmia e Ia schiacciata alta pisana è una specie di pan di Spagna piatto, aromatizzato agli agrumi, tipico del Carnevale.

A Pisa il Panficato ricorda il panforte senese e forse deriva proprio da quello;

Gli ingredienti principali come insegnano i pasticcieri più rinomati del territorio sono fichi, uvetta, vino rosso, canditi, cacao e zucchero di vaniglia. Per assaggiare questa specialità e altre prelibatezze del luogo bisognerà sostare rilassandosi qualche giorno al nostro Hotel Pisa Valdera dove la fantasia in cucina degli chef non permette nemmeno agli avventori abituali di annoiarsi. Tanti è sempre nuovi i piatti sfiziosi realizzati seguendo una scrupolosa cura dei dettagli e la scelta di materie prime del territorio di elevata qualità. Proposte uniche o degustazioni a tema, mare, terra o vegetariana, attraverso le quali scoprire nuove e creative solleticazioni culinarie.

Le bugie che sono chiamate anche Cenci, sono strisce di pasta, fritte e spolverate di zucchero a velo, e si preparano a Carnevale. Lo zuccotto è un prelibato e ricco semifreddo alla crema di mandorle e cioccolato in un involucro di pan dl Spagna, specialità di Firenze.

Il castagnaccio a base di farina di castagne mista a pinoli, olio, rosmarino e uvette, si cuoce al forno e si trova nel periodo autunnale delle castagne e delle sagre ad esse dedicate e sparse in tutta la regione, anche se il castagnaccio più buono della regione è opinione comune Io prepara la Garfagnana .La colomba è anch’ essa un specialità dolciaria tipica a base di pasta brioche arricchita di canditi e mandorle a forma di colomba, è il tradizionale dolce pasquale.

il Panforte e il Panpepato sono le due specialità di Siena una figlia dell’altra ,entrambi con una storia di frutta nell’impasto . Ricchi di spezie, frutta candita e mandorle è assaporati tradizionalmente a Natale, ma ormai presenti tutto I’anno.

Il panforte deriva il suo nome dalla frutta che fermentando nell’ impasto rendeva leggermente acidulo e quindi ‘forte’ il sapore del dolce, sostituendo invece la frutta fresca con frutta candita (arancia e melone, in particolare), e aggiungendo in grande quantità mandorle, zenzero, pepe e altre spezie dolci nacque invece il panpepato.

 

I biscotti di Prato detti anche cantucci, sono biscotti secchi con mandorle, simili ai ricciarelli fatti della stessa pasta ma arricchiti con conditi di arancia ,da intingere nel Vin Santo. Dal canto suo Siena è la patria dei ricciarelli alla mandorla e dei cavallucci (dolcetti secchi aromatizzati all’anice.

Tipica dell’ Elba infine è la schiaccia briaca un dolce morbido, di forma rotonda, poco lievitato, con noci e uve il cui nome si spiega con il fatto che viene impastata con il vino . Lucca è da ricordare per la torta con I becchi i cui ingredienti sono le bietole, uvetta, I pinoli e le spezie dolci.

Summary
Author Rating
1star1star1star1star1star
Aggregate Rating
no rating based on 0 votes
Brand Name
Hotel Ristoranti Pisa
Product Name
Dolci tipici di Pisa